Archivio | novembre, 2021

TANTI AUGURI BICINGIRO

25 Nov

GIOVEDI 9 DICEMBRE ALLE ORE 18

PRESSO IL SALONE D’ONORE DEL MUNICIPIO DI CUNEO

ripercorriamo insieme il passato con un lungo sguardo al futuro

festeggiamo 20 anni di attività che è andata via via ampliandosi precedendo e promuovendo tutto quel movimento di idee verso stili di vita sani e una ricerca di mobilità a misura di ambiente attraverso gli spostamenti quotidiani in bicicletta e il cicloturismo come modello di vacanza per il tempo libero.

Nel 2001 nasceva Bicingiro grazie all’idea di 5 insegnanti che desideravano proseguire nel mondo extrascolastico l’esperienza di cicloturismo vissuta con i propri studenti.

L’associazione ha risposto ad una richiesta di uso della bicicletta sia urbana che extraurbana che si stava già delineando in quegli anni, ha colmato un vuoto tra i ciclisti professionisti/ amatoriali e i ciclisti saltuari ” della domenica” con proposte di uscite guidate sul territorio su strade non trafficate, in luoghi di interesse culturale e storico.

L’ organizzazione e le proposte sono andate migliorando grazie alla collaborazione di molti volontari.

In seguito all’adesione nel 2008 alla FIAB Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, Bicingiro è diventata interlocutrice con le amministrazioni per la mobilità sostenibile in bicicletta.

Pubblicità

FIAB E COP26

2 Nov

INCREMENTARE L’ USO DELLA BICICLETTA PER RIDURRE RAPIDAMENTE LE EMISSIONI DI CO2

Oggi FIAB – Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, insieme a ECF – European Cyclists ’ Federation (di cui FIAB è membro) e a una coalizione globale di oltre 60 organizzazioni pro – bici, rende pubblica la lettera aperta inviata in questi giorni ai leader e a i Ministri dei Trasporti dei paesi che partecipano alla COP26 di Glasgow , in cui si invita i governi a impegnarsi per aumentare significativamente l’uso della bicicletta quale mezzo alternativo realmente sostenibile nei loro paesi, per poter centrare gli obiettivi climatici globali.

Il mondo ha bisogno di molte più persone in bicicletta se vogliamo combattere la crisi climatica.

Senza un’azione più rapida e determinata da parte dei governi di tutto il pianeta per ridurre le emissioni di carbonio dei trasporti, condanneremo le generazioni presenti e future a un mondo molto meno abitabile.

FIAB, ECF e le altre associazioni in Europa e nel mondo credono che la bicicletta rappresenti una delle più grandi speranze dell’umanità verso un futuro a zero emissioni di carbonio.

La bicicletta , infatti, è realmente a emissioni zero, ha un impatto sociale positivo di vasta portata e, cosa più importante, è un mezzo già ampiamente disponibile oggi , in tutte le sue declinazioni .

Qui di seguito il link per leggere il contenuto della lettera https://www.dropbox.com/s/k998vkna63vdkbx/Lettera_aperta_FIAB_per_COP26.pdf?dl=0